I Filari della Storia – Alla scoperta delle specialità della nostra terra

Non esitiamo a partecipare agli eventi che valorizzano il patrimonio culturale e gastronomico dei nostri territori, dove viene dato spazio alle realtà che raccontano le produzioni della nostra terra. E tra storia, cantine e degustazioni, questa volta abbiamo preso parte alla prima edizione di “I Filari della Storia”.

Aziende e storie da raccontare – Due giorni, un prezioso itinerario enoculturale che ha visto tra i protagonisti Vitis Aurunca, le sue vigne e la sua cantina, mostrando come una passione sia in grado di regalare grandi soddisfazioni. Il tutto accompagnato da un ricco buffet dove, a far protagonista della tavola le eccellenze gastronomiche nostrane: dal classico casatiello del brand Casatiè Petrone dolce&salato alla mozzarella del Caseificio Di Santo. Gli ospiti sono stati intrattenuti tra balli e canti popolari, mentre i bambini con la fattoria didattica si sono sostituiti ai contadini nella raccolta e pigiatura a piedi nudi.

L’evento, curato dall’associazione Terre del Falerno, ha rappresentato un momento di incontro tra produttori, enti locali, operatori economici e culturali.

img-20161030-wa0000

I formaggi vanno in classe a Città della Scienza

11-12-13 novembre, I formaggi vanno in classe – I nostri tre giorni a Città della Scienza tra degustazioni, spettacoli e tanto altro, negli spazi dello G.N.A.M.Village, il primo evento dedicato interamente al mondo del latte, dei formaggi e dei latticini promosso in Campania, che ha coinvolto i produttori di tutta la regione.

L’organizzazione dell’evento partiva da un’osservazione: la grande confusione che sta attraversando il mondo caseario. Gli allevamenti in crisi costretti a chiudere perché il prezzo del latte è troppo basso, i produttori che per rientrare nei costi, ricorrono ad artifici tecnici come l’uso eccessivo di mangimi, la pastorizzazione, i fermenti. In questa situazione, la qualità dei formaggi diminuisce e per questo, chi veramente produce qualità è penalizzato.

Per noi che produciamo in proprio il latte assicurando il controllo totale sulla materia prima, a partire dalla qualità dell’alimentazione e del contesto ambientale di vita degli animali, esserci è stato quasi un dovere. E siamo felici di aver preso parte all’evento perché è stata un’occasione di confronto, d’informazione sulle ragioni della diversità del latte e dei formaggi, sulle basi scientifiche che ne giustificano le differenze.

L’evento è stato caratterizzato anche dalla presenza del mondo della Scuola, della Ricerca e dell’Università.

Ringraziamo tutte le persone che hanno visitato il nostro stand e conosciuto i prodotti Di Santo.

Vi aspettiamo.

I Filari della Storia – Alla scoperta delle specialità della nostra terra

Non esitiamo a partecipare agli eventi che valorizzano il patrimonio culturale e gastronomico dei nostri territori, dove viene dato spazio alle realtà che raccontano le produzioni della nostra terra. E tra storia, cantine e degustazioni, questa volta abbiamo preso parte alla prima edizione di “I Filari della Storia”.

Aziende e storie da raccontare – Due giorni, un prezioso itinerario enoculturale che ha visto tra i protagonisti Vitis Aurunca, le sue vigne e la sua cantina, mostrando come una passione sia in grado di regalare grandi soddisfazioni. Il tutto accompagnato da un ricco buffet dove, a far protagonista della tavola le eccellenze gastronomiche nostrane: dal classico casatiello del brand Casatiè Petrone dolce&salato alla mozzarella del Caseificio Di Santo. Gli ospiti sono stati intrattenuti tra balli e canti popolari, mentre i bambini con la fattoria didattica si sono sostituiti ai contadini nella raccolta e pigiatura a piedi nudi.

L’evento, curato dall’associazione Terre del Falerno, ha rappresentato un momento di incontro tra produttori, enti locali, operatori economici e culturali.

img-20161030-wa0000

La mozzarella Di Santo premiata al CIBUS dall’ALMA – la Scuola Internazionale di Cucina Italiana

È la prima volta che abbiamo partecipato alla competizione ALMA Caseus ideata da ALMA – la Scuola Internazionale di Cucina Italiana – e ci siamo posizionati inaspettatamente al 2° posto insieme a Punto Vitale. Insomma, sappiamo di offrire un buon prodotto perché abbiamo il totale controllo sulle materie prime e sulla produzione, ma ricevere questo riconoscimento al primo colpo è davvero una grande gratificazione per il nostro lavoro!

ALMA Caseus è il primo e unico concorso dedicato al patrimonio caseario italiano ed il più completo in Italia sul piano delle conoscenze tecniche professionali, dal taglio al servizio alla comunicazione delle caratteristiche e della provenienza, fino ad arrivare alla qualità e alla conoscenza dei prodotti stessi. Il nostro prodotto ha gareggiato nell’ambito della categoria formaggi freschi a pasta filata ottenendo un grande successo.

La competizione* si è svolta a Colorno, Parma, presso la sede di ALMA il giorno 9 Maggio 2016, mentre la premiazione si è tenuta il giorno stesso all’interno del 18° Salone Internazionale dell’Alimentazione Cibus – in corso dal 9 al 12 maggio – evento di riferimento dell’agroalimentare italiano nonché grande vetrina di visibilità internazionale dedicata ai professionisti del food, retail e Ho.Re.Ca nazionale ed estero.

Il patrimonio dei formaggi italiani è fatto di oltre 500 tipologie di prodotti: una varietà che non ha eguali al mondo. Noi portiamo avanti orgogliosamente, nel nostro piccolo, uno dei vanti del made in Italy.

*La competizione è patrocinata dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Caseificio Di Santo segnalato dalla guida Fare la spesa con Slow Food

Da quest’anno siamo presenti sulla nota guida gastronomica Fare la spesa con Slow Food – edita da Slow Food – Associazione internazionale no profit che lavora per promuovere un’alimentazione buona, pulita e giusta per tutti e ridare il giusto valore al cibo.

Fare la spesa con Slow Food è una guida rivolta a chi deve quotidianamente scegliere il proprio cibo: ingredienti – divisi per categorie merceologiche in ogni provincia e nei grandi centri urbani – buoni e sostenibili, da acquistare presso produttori, gastronomie, botteghe e mercati che segnala in ogni parte del Paese i migliori indirizzi dove fare la spesa diventa un piacere.

Slow Food crede nell’importanza culturale, sociale, nutrizionale e ambientale di ciò che mangiamo perché il cibo ha un valore, non solo un prezzo. Dietro il cibo ci sono produttori, territori, emozioni e piacere.

L’Associazione promuove e sostiene il diritto alla terra nel rispetto di chi produce, dell’ambiente e del palato e Caseificio Di Santo condivide in tutto la filosofia di Slow Food nella consapevolezza che è nei territori che si custodiscono le tradizioni locali.